Dal 1 maggio 2016: Imposta di soggiorno ed adempimenti normativi per i proprietari di alloggi privati adibiti ad uso turistico

Gli ospiti degli alloggi privati messi in locazione ad uso turistico, come dettato dall’art. 16 bis della della Legge Provinciale n. 8/2002, dal 1 maggio 2016 sono tenuti al pagamento dell‘imposta provinciale di soggiorno.

Come per le altre strutture ricettive, la gestione del tributo (riscossione, controllo ed eventuale rimborso) è affidata a Trentino Riscossioni S.p.a.

 A tal proposito si evidenzia che l’articolo 37 bis della legge 7/2002 prevede che chi offre in locazione ai turisti case o appartamenti deve presentare al Consorzio Turistico o al Comune competente un’apposita comunicazione. In alternativa la comunicazione potrà essere effettuata attraverso il link www.alloggituristici.provincia.tn.it.

 Si ricorda che l’omessa o incompleta presentazione della comunicazione comporta l’applicazione della sanzione amministrativa che va da 200 a 600 euro per ciascuna casa o appartamento.

Vogliamo inoltre ricordare l’obbligatorietà di legge per l’invio delle seguenti comunicazioni, oltre la comunicazione obbligatoria di alloggi ad uso turistico alla Provincia Autonoma di Trento tramite CAT (registro provinciale alloggi turistici):

1. comunicazione presenze turistiche al servizio Statistica della Provincia Autonoma di Trento tramite uffici A.p.T. del territorio e comunicazione all’Istat;

2. comunicazione telematica delle schedine alloggiati alla pubblica sicurezza (Polizia di Stato) – comunicazione degli alloggiati alla Questura.

Rimanendo a completa disposizione per eventuali chiarimenti, cogliamo l’occasione per porgere cordiali saluti

Dott.ssa Catia Balduzzi



Lascia un commento