Finanziaria 2014 – novità in materia di reddito di impresa

SOCIETÀ DI PERSONE E SRL AGRICOLE

Dal 2014 è ripristinata la possibilità per le società agricole, di optare per la determinazione del reddito con le modalità fondiarie ai sensi dell’art. 32, TUIR e per le società esercenti esclusivamente attività di manipolazione, conservazione, ecc. di prodotti agricoli, per l’applicazione del coefficiente di redditività del 25%.

La predetta facoltà era stata soppressa dal 2013, tuttavia le opzioni esercitate prima di tale data mantenevano efficacia fino al 2014. Per effetto della previsione normativa in parola è nuovamente possibile l’esercizio dell’opzione.

DEDUZIONE IRAP PER INCREMENTO BASE OCCUPAZIONALE

Dal periodo d’imposta in corso al 31.12.2014 è prevista una “nuova” deduzione IRAP del costo del personale assunto con contratto a tempo indeterminato che costituisce incremento della base occupazionale rispetto al personale mediamente occupato nel periodo d’imposta precedente.

La deduzione spetta fino a € 15.000 per ciascun nuovo dipendente assunto ed è, in ogni caso, limitata all’incremento complessivo del costo del personale di cui alla voce B.9 e B.14 del Conto economico per il periodo d’imposta in cui è avvenuta l’assunzione e per i 2 successivi.

La deduzione in esame, ancorché risulti sostanzialmente analoga a quella temporanea prevista per gli incrementi occupazionali intervenuti nel triennio 2005-2007, è ora riconosciuta a regime.

Non è più prevista la maggiorazione della deduzione per i soggetti situati in particolari aree del Paese nonché per le assunzioni di lavoratrici; rimane confermato l’ammontare massimo della deduzione, che non può eccedere il limite massimo rappresentato dalla retribuzione e dagli altri oneri / spese a carico del datore di lavoro; la deduzione forfettaria per ciascun dipendente a tempo indeterminato (c.d. cuneo fiscale) e la deduzione dei contributi previdenziali ed assistenziali, è alternativa solo alla deduzione per spese per apprendisti, disabili, CFL e addetti alla ricerca e sviluppo e alla deduzione di € 1.850 prevista per ciascun dipendente fino ad un massimo di 5 e non anche alla deduzione in esame.

Ne consegue che i soggetti che fruiscono del c.d. cuneo fiscale possono altresì beneficiare della deduzione per l’incremento della base occupazionale.

DEDUZIONE ACE E INCREMENTO ALIQUOTA

È aumentata la misura dell’aliquota applicabile à all’incremento di capitale proprio (patrimonio netto, se inferiore) per le società di capitali, ovvero al patrimonio netto risultante alla fine dell’esercizio per imprese individuali e società di persone, per la determinazione del rendimento nozionale, ossia della c.d. deduzione ACE.

L’aliquota del 3% applicabile fino al 2013 è così incrementata: al 4% per il 2014; al 4,5% per il 2015; al 4,75% per il 2016.

Per la della determinazione dell’acconto IRES / IRPEF 2014 e 2015 dovrà essere utilizzata l’aliquota relativa al periodo precedente (3% per il 2014; 4% per il 2015).

L’aliquota sarà determinata con un apposito DM da emanare entro il 31.1 di ogni anno a decorrere dal 2017.

PERDITE SU CREDITI

L’art. 101, comma 5, TUIR, è stato ulteriormente modificato ed ora prevede che, ai fini della deducibilità delle perdite su crediti, la sussistenza degli elementi certi e precisi si realizza, inoltre, “in caso di cancellazione dei crediti dal bilancio operata in applicazione dei principi contabili”. La novità è applicabile dal periodo d’imposta in corso al 31.12.2013.

DEDUCIBILITÀ CANONI DI LEASING

Sono nuovamente modificate le regole di deducibilità dei canoni di leasing, prevedendo, tra l’altro, l’equiparazione di trattamento per imprese e lavoratori autonomi.

In particolare è stato modificato il periodo minimo di deducibilità dei canoni: ancorché rimanga confermato che gli stessi possono essere dedotti in un lasso di tempo che non può essere inferiore a quello fissato dal comma 7 dell’art. 102 TUIR, legato al periodo d’ammortamento risultante dall’applicazione dei coefficienti ministeriali, il periodo minimo è ora pari: alla metà per la generalità dei beni mobili, nonché a 12 anni per i beni immobili.

Rimane confermato in misura corrispondente all’intero periodo d’ammortamento il periodo minimo di durata del leasing avente ad oggetto i veicoli a deducibilità limitata ex art. 164, TUIR.

Le predette novità sono applicabili ai contratti stipulati dall’1.1.2014.

ESCLUSIONE IRAP PER IMPRENDITORI E PROFESSIONISTI “MINIMI” 

È soppresso lo stanziamento del fondo finalizzato all’esclusione da IRAP delle imprese individuali nonché dei lavoratori autonomi che non si avvalgono di dipendenti o soggetti assimilati e/o utilizzano, anche in locazione, beni strumentali.

ALIQUOTA CONTRIBUTI GESTIONE SEPARATA INPS

Dal 2014, l’aliquota relativa ai contributi dovuti dai pensionati e dagli iscritti ad altre forme previdenziali passa dal 21% al 22%. Per il 2015 l’aliquota è fissata al 23,5%.

L’aliquota dei contributi dovuti alla Gestione separata INPS da parte dei lavoratori autonomi privi di altra Cassa previdenziale o non pensionati per il 2014 è confermata nella misura del 27%. Considerato l’aumento dello 0,72% l’aliquota contributiva è quindi confermata al 27,72%.

COMPENSAZIONE CREDITI D’IMPOSTA SUPERIORI A € 15.000

Analogamente a quanto già previsto ai fini IVA, l’utilizzo in compensazione nel mod. F24 dei crediti IRPEF, IRES, IRAP, ritenute alla fonte, imposte sostitutive per importi superiori a € 15.000 annui richiede l’apposizione del visto di conformità ex art. 35, comma 1, lett. a), D.Lgs. n. 241/97 alla relativa dichiarazione. La nuova disposizione è applicabile già ai crediti 2013, utilizzabili nel 2014.

In alternativa, per le società di capitali assoggettate al controllo contabile ex art. 2409-bis, C.c., il visto di conformità può essere sostituito dalla sottoscrizione della dichiarazione dal soggetto che esercita il controllo contabile attestante l’esecuzione dei controlli previsti dall’art. 2, comma 2, DM n. 164/99.

Si rimane a disposizione per qualsiasi chiarimento si rendesse necessario.



Lascia una risposta