Sismabonus: gli Interventi antisismici e la detrazione fiscale

Si rammenta che per il periodo compreso tra il 1° gennaio 2017 e il 31 dicembre 2021 è stata introdotta una detrazione di imposta del 50%, fruibile in cinque rate annuali di pari importo, per le spese sostenute per l’adozione di misure antisismiche su edifici ricadenti non solo nelle zone sismiche ad alta pericolosità (zone 1 e 2) ma anche a quelli situati nelle zone a minor rischio (zona sismica 3), per un importo complessivo pari a 96.000 euro per unità immobiliare per ciascun anno. Si segnala che nella zona 3 rientrano diversi territori del Trentino.

Gli interessati dovranno verificare attraverso proprio tecnico di fiducia la possibilità di fruizione del bonus, mentre lo Studio rimane a disposizione per chiarimenti in merito alla parte fiscale dell’agevolazione.

L’agevolazione fiscale può essere usufruita per interventi realizzati su tutti gli immobili di tipo abitativo e su quelli utilizzati per attività produttive.

Approfondimenti in merito sono disponibili sulla Guida dell’Agenzia delle entrate relativa alle ristrutturazioni edilizie ed aggiornata a giugno 2017.

 Cordiali saluti

Dott.ssa Catia Balduzzi



Lascia un commento