Lavoratori italiani all’estero e la doppia tassazione

Non sempre è agevole individuare immediatamente quale sia il sistema di tassazione applicabile per i redditi percepiti all’estero da cittadini italiani. Infatti è necessario effettuare una serie di considerazioni per riuscire a stabilire come e dove dichiarare i redditi e versare le imposte. In primo luogo, ad esempio, è necessario stabilire dove un cittadino è tenuto a pagare le imposte sui redditi percepiti occorre considerare il concetto di “residenza fiscale”. Risulta da considerare inoltre che l’Italia ha stipulato con molti Paesi Convenzioni internazionali contro le doppie imposizioni … Continua a leggere

Le agevolazioni sul risparmio energetico ed il contributo sugli interessi

Sino al 31 dicembre 2017 le persone fisiche, i professionisti e le imprese possono usufruire, nella misura del 65%, della detrazione fiscale per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici. In linea generale le detrazioni sono riconosciute se le spese sono state sostenute per: – la riduzione del fabbisogno energetico per il riscaldamento; – il miglioramento termico dell’edificio (coibentazioni – pavimenti – finestre, comprensive di infissi); – l’installazione di pannelli solari; -la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale; – l’acquisto e la … Continua a leggere

Sismabonus: gli Interventi antisismici e la detrazione fiscale

Si rammenta che per il periodo compreso tra il 1° gennaio 2017 e il 31 dicembre 2021 è stata introdotta una detrazione di imposta del 50%, fruibile in cinque rate annuali di pari importo, per le spese sostenute per l’adozione di misure antisismiche su edifici ricadenti non solo nelle zone sismiche ad alta pericolosità (zone 1 e 2) ma anche a quelli situati nelle zone a minor rischio (zona sismica 3), per un importo complessivo pari a 96.000 euro per unità … Continua a leggere

Spese mediche: come detrarsi tali spese

Per le spese sanitarie è riconosciuta una detrazione dall’Irpef di una percentuale della spesa sostenuta (19%) per la parte eccedente l’importo di 129,11 euro (la cosiddetta franchigia). In questo senso si segnala la nuova guida dell’agenzia delle entrate che indica le modalità di detrazione di tali spese evidenziando le diverse tipologie di spese sanitarie che è possibile riportare nella propria dichiarazione dei redditi per usufruire della detrazione. Lo Studio rimane a disposizione per chiarimenti in merito Dott.ssa Catia Balduzzi  

L’importanza della convocazione dell’assemblea per le società di capitali

LA CONVOCAZIONE DELL’ASSEMBLA PER L’APPROVAZIONE DEL BILANCIO: è differente in dipendenza dalla forma assunta dalla società. Di seguito si delineano brevemente le diverse modalità di convocazione dell’assemblea. S.p.a. ed alle S.a.p.a.: l’art. 2366 c.c. dispone che l’assemblea è convocata dall’amministratore unico, dal consiglio di amministrazione o dal consiglio di gestione mediante avviso che deve contenere l’indicazione del giorno, dell’ora e del luogo dell’adunanza e l’elenco delle materie da trattare (ordine del giorno). L’avviso deve essere pubblicato almeno 15 giorni prima … Continua a leggere

Contributi provinciali sui Condomini

Di seguito si propone una sintesi delle agevolazioni per la ristrutturazione immobiliare dei condomini emanata dalla Provincia Autonoma di Trento. Il contributo. Possono beneficiarne i condomini che non hanno la liquidità sufficiente per eseguire sul condominio gli interventi di ristrutturazione e di riqualificazione energetica destinatari delle detrazioni d’imposta statali. Si evidenzia che sono ammissibili a contributo solo i condomini (immobili con almeno 5 unità abitative) costruiti prima del 14 ottobre 1993, dotati di amministratore e interessati alla ristrutturazione e/o riqualificazione energetica. … Continua a leggere

Dal 1 maggio 2016: Imposta di soggiorno ed adempimenti normativi per i proprietari di alloggi privati adibiti ad uso turistico

Gli ospiti degli alloggi privati messi in locazione ad uso turistico, come dettato dall’art. 16 bis della della Legge Provinciale n. 8/2002, dal 1 maggio 2016 sono tenuti al pagamento dell‘imposta provinciale di soggiorno. Come per le altre strutture ricettive, la gestione del tributo (riscossione, controllo ed eventuale rimborso) è affidata a Trentino Riscossioni S.p.a.  A tal proposito si evidenzia che l’articolo 37 bis della legge 7/2002 prevede che chi offre in locazione ai turisti case o appartamenti deve presentare al Consorzio Turistico o … Continua a leggere

Crisi della banca e destino dei risparmiatori

Nel malaugurato caso una banca dovesse “saltare”, alcuni risparmiatori potrebbero vedere “sparire” parte del denaro depositato. In questo intervento si analizzano brevemente gli aspetti fondamentali e le conseguenze per i risparmiatori di una banca in crisi, poiché sono intertvenuti recenti modifiche in questo ambito. Dall’inizio del 2013 le banche in crisi in Italia sono 12 (fonte del Sole 24 Ore). Per questo motivo è importante conoscere le regole del gioco e gestire attivamente il rapporto con la banca dove si … Continua a leggere

I controlli sulle false partite IVA

L’ex ministro del Lavoro Fornero ha introdotto nel 2012 delle misure volte a regolarizzare quei lavoratori titolari di partite IVA “false”. La riforma è rivolta ad impedire il fenomeno dei datori di lavoro che inducono i propri dipendenti ad aprire una partita IVA al sol fine di evitare contratti di lavoro, più gravosi e scomodi. Per il ricorso alla presunzione di “fittizietà” della partita IVA, è richiesta la sussistenza di almeno due dei seguenti presupposti: 1. durata della collaborazione: tale … Continua a leggere

Aprire la partita iva nel 2014 sfruttando il regime dei minimi

La nuova Legge di Stabilità 2015 dovrebbe introdurre il nuovo regime dei minimi che diventa regime agevolato autonomi, denominato “regime forfetario”. I cambiamenti proposti sono tanti. In linea generale: l’imposta sostitutiva sale dall’attuale 5% al 15% e sarà applicabile ad una fascia di ricavi che va dal 15.000-40.000 euro a seconda dei settori; inoltre non avrà limiti di età, quello al 5% era fino a 35 anni e di applicazione temporale (ad oggi il regime agevolato è fruibile per 5 … Continua a leggere