Detrazioni fiscali: interventi di recupero edilizio

L’Agenzia delle Entrate ha aggiornato quest’anno la guida relativa agli interventi di recupero edilizio per i quali è possibile fruire delle detrazioni fiscali, scaricabile presso il seguente link: Guida Agenzia.  Nel caso in cui un contribuente fosse intenzionato ad effettuare un intervento oggetto di agevolazione, si consiglia di contattare lo Studio, per evitare di scoprire “tardi” di non poter utilizzare la detrazione. Lo Studio può offrire un supporto al fine di valutare la convenienza e la fruibilità di tale strumento. In particolare si suggerisce … Continua a leggere

Novità relativa all’imposta di soggiorno per alloggi ad uso Turistico

Con la presente si comunica che attraverso la manovra di assestamento di bilancio della Provincia Autonoma di Trento (L.P. 5 agosto 2016 n. 14), sono state introdotte alcune novità relativamente all’imposta provinciale di soggiorno negli alloggi per uso turistico.  Si ricorda in particolare: – l’istituzione a decorrere dal 1° gennaio 2017 di un imposta provinciale (in sostituzione all’imposta provinciale di soggiorno) stabilita nella misura forfettaria compresa tra i 20 e 50 euro per ciascun posto letto e per ciascun anno solare, secondo … Continua a leggere

Il contributo provinciale sulle anticipazioni fiscali per la ristrutturazione immobiliare

Di seguito si propone una sintesi delle nuove agevolazioni per la ristrutturazione immobiliare dalla Provincia Autonoma di Trento. Il contributo. Si rivolge alle persone fisiche che non hanno la liquidità sufficiente per eseguire sulle proprie abitazioni gli interventi di ristrutturazione edilizia e di riqualificazione energetica destinatari delle detrazioni d’imposta statali. Si evidenzia che sono ammissibili a contributo solo le persone fisiche proprietarie e non anche gli usufruttuari o i comodatari. Le detrazioni d’imposta statali sono ammesse sul 50% delle spese sostenute in … Continua a leggere

Contributo agli oneri di funzionamento dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato

Il comma 7-ter, dell’articolo 10 della legge n. 287/90 e successive modifiche,  stabilisce che si provvede all’onere derivante dal funzionamento dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato mediante un contributo di importo pari allo 0,08 per mille del fatturato risultante dall’ultimo bilancio approvato dalle società di capitale, con ricavi totali superiori a 50 milioni di euro. La soglia massima di contribuzione a carico di ciascuna impresa non può essere superiore a cento volte la misura minima. Il contributo in parola è versato … Continua a leggere

Il bonus mobili per le giovani coppie

La Legge di Stabilità 2016 ha introdotto una nuova detrazione Irpef per le “giovani coppie” che acquistano mobili e arredi dell’unità abitativa destinata all’abitazione principale. Di seguito si delineano i principali requisiti necessari per accedere alla detrazione, precisando che  permangono da chiarire alcuni punti della normativa. La norma prevede l’agevolazione per le giovani coppie, costituenti un nucleo familiare, che: abbiano costituito tale nucleo familiare da almeno tre anni; almeno uno dei due componenti non abbia superato i 35 anni di età; abbiano acquistato un’unità immobiliare da adibire … Continua a leggere

Il nuovo regime forfetario 2016

La legge di Stabilità per il 2016 ha modificato il regime agevolato rivolto alle persone fisiche che esercitano attività d’impresa, arte o professioni in forma individuale. In sintesi, il regime si sostanzia nella determinazione forfetaria del reddito, che viene poi tassato con un’imposta del 15% o del 5%, a seconda di determinati requisiti, sostitutiva dell’Irpef, delle addizionali regionali e comunali e dell’Irap. Vantaggi sono previsti anche sul versante adempimenti, che sono fortemente semplificati, nonché per il regime contributivo.  Scegliere se … Continua a leggere

Sabatini-bis

L’agevolazione è rivolta alle piccole e medie imprese (PMI) con sede operativa in Italia e regolarmente costituite e iscritte nel Registro delle imprese, con alcune limitazioni. Sono accessibili alle PMI le seguenti misure di agevolazione:  contributo in conto interessi a fronte di finanziamenti (anche in forma di leasing finanziario) concessi da banche e intermediari finanziari aderenti alla convenzione CDP-ABI-MISE ed accordati entro il 31 dicembre 2016; possibilità di accesso al fondo di garanzia per le PMI con copertura fino all’80 %. Le spese … Continua a leggere

Comunicazione beni in godimento ai soci e finanziamenti per 2014

L’art. 2 del D.L. 138/2011 ha introdotto, dal 2012, una specifica disciplina finalizzata a contrastare il fenomeno dell’utilizzo, da parte di soci o familiari, di beni formalmente intestati a società o imprese individuali. In base alla suddetta disciplina, se una società/ditta individuale concede in godimento l’utilizzo di un bene d’impresa (mobile o immobile) a un socio/familiare (a titolo personale) senza corrispettivo ovvero ad un corrispettivo inferiore a quello di mercato, in capo: – all’utilizzatore persona fisica (socio/familiare) si configura un … Continua a leggere

La compensazione del credito IVA 2014

Il credito IVA maturato al 31 dicembre 2014 può essere utilizzato in compensazione con altre imposte e contributi (compensazione “orizzontale” o “esterna”), già a decorrere dalla scadenza del 16 gennaio 2015 (codice tributo 6099 – anno di riferimento 2014), ma solo fino al limite massimo di 5.000 euro. L’eventuale credito eccedente i 5.000 euro, ma entro l’ulteriore limite di 15.000 euro, potrà invece essere utilizzato a partire dal giorno 16 del mese successivo a quello di presentazione della dichiarazione annuale … Continua a leggere

Finanziaria 2015 – lo split payment e i rapporti con la P.A.

La Legge di Stabilità 2015, con l’introduzione dell’art. 17-ter al D.P.R. n. 633/1972, ha istituito l’inedito istituto dello split payment, il cui meccanismo di funzionamento può essere riepilogato come segue: il fornitore emette, nei confronti della Pubblica Amministrazione, una fattura che evidenzia, secondo l’ordinario meccanismo delle rivalsa, l’addebito dell’imposta; il cliente (Comune, Provincia, Ministero, ecc), anziché pagare al proprio fornitore l’intero importo evidenziato sul documento, provvederà a pagare solo l’imponibile, mentre tratterrà l’Iva, la quale andrà versata direttamente all’Erario secondo modalità e termini fissati con decreto del ministro … Continua a leggere