Obbligo di segnalazione dei contributi pubblici entro il 30 giugno – sanzioni previste

Con la presente si rammenta l’obbligo legislativo di segnalare i contributi pubblici, obbligo già rammentato attraverso la newsletter di Studio di aprile 2021. Il disposto della L. 124/2017, c. 125-129, richiede la pubblicazione, entro il 30 giugno di ogni anno, sul proprio sito internet aziendale, dell’elenco completo e dettagliato degli aiuti e contributi pubblici ricevuti nell’esercizio dell’attività di impresa nel corso dell’anno precedente. I soggetti che non hanno un proprio sito internet devono provvedere alla pubblicazione sul sito internet delle associazioni di categoria alle quali aderiscono. Rimangono esclusi dall’obbligo i liberi … Continua a leggere

Obbligo di segnalazione dei contributi pubblici – anche per le associazioni

Con la presente si rammenta in sintesi la normativa relativa all’obbligo di segnalare i contributi pubblici ogni anno. Infatti la L. 124/2017 stabilisce l’obbligo, per i soggetti destinatari, di fornire le informazioni relative a sovvenzioni, sussidi, vantaggi, contributi o aiuti, in denaro o in natura, non aventi carattere generale e privi di natura corrispettiva, retributiva o risarcitoria percepiti dalle pubbliche Amministrazioni nell’esercizio precedente. Soglia: La norma dispone che l’obbligo di informativa non si applica dove l’importo delle erogazioni pubbliche percepite dal … Continua a leggere

Coronavirus, il Presidente Conte firma il Dpcm del 3 novembre 2020

Premessa Il nuovo D.P.C.M., del 03 novembre 2020, entra in vigore da giovedì 5 novembre 2020, data a partire dalla quale, e per almeno 15 giorni, quelle che chiameremo aree rosse” – ovvero quelle a massimo rischio, dovranno subire una chiusura pressoché totale, estremamente simile a quella imposta lo scorso marzo. A fianco delle aree “rosse” si avranno aree che si possono definire “arancioni”, ovvero a rischio. Di fatto l’intera nazione passa da “bianca” a “gialla”, visto che vengono introdotte … Continua a leggere

Il nuovo DPCM del 24 ottobre 2020

Con il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 24 ottobre 2020, in vigore da oggi 26 ottobre e fino al 24 novembre 2020, sono state introdotte alcune novità, a livello nazionale che di seguito si sintetizzano: – Le attività di ristorazione sono consentite dalle 05.00 alle 18.00, fino alle 24.00 per la sola attività di asporto (con divieto di consumo sul posto o nelle adiacenze). Non vi sono limitazioni di orario per le consegne a domicilio, così come non … Continua a leggere

Riduzione del 50% Imis – domande entro il 30 Settembre 2020

L’art. 1 della legge provinciale n. 6 del 6 agosto 2020 ha introdotto, ai fini Imis, una agevolazione per l’anno 2020 che prevede la riduzione del 50% dell’imponibile Imis, senza possibilità di cumulo con le altre agevolazioni presenti nel medesimo comma alla lettera a (fabbricati di interesse storico e artistico) e b (fabbricati dichiarati inagibili o inabitabili e di fatto non utilizzati). La riduzione riguarda i fabbricati classificati nella categoria catastale D/2 e quelli iscritti in qualsiasi categoria del catasto … Continua a leggere

Lavoratori italiani all’estero e la doppia tassazione

Non sempre è agevole individuare immediatamente quale sia il sistema di tassazione applicabile per i redditi percepiti all’estero da cittadini italiani. Infatti è necessario effettuare una serie di considerazioni per riuscire a stabilire come e dove dichiarare i redditi e versare le imposte. In primo luogo, ad esempio, è necessario stabilire dove un cittadino è tenuto a pagare le imposte sui redditi percepiti occorre considerare il concetto di “residenza fiscale”. Risulta da considerare inoltre che l’Italia ha stipulato con molti Paesi Convenzioni internazionali contro le doppie imposizioni … Continua a leggere

Le agevolazioni sul risparmio energetico ed il contributo sugli interessi

Sino al 31 dicembre 2017 le persone fisiche, i professionisti e le imprese possono usufruire, nella misura del 65%, della detrazione fiscale per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici. In linea generale le detrazioni sono riconosciute se le spese sono state sostenute per: – la riduzione del fabbisogno energetico per il riscaldamento; – il miglioramento termico dell’edificio (coibentazioni – pavimenti – finestre, comprensive di infissi); – l’installazione di pannelli solari; -la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale; – l’acquisto e la … Continua a leggere

Peculiarità dei contratti di locazione transitori

I contratti di locazione di natura transitoria risultano sempre più utilizzati, diviene pertanto necessario comprendere alcune peculiarità degli stessi. I contratti di locazione transitori presentano, dal punto di vista civilistico, una durata minima di un mese e una durata massima di 18 mesi e vengono utilizzati al fine di soddisfare particolari esigenze delle parti. L’esigenza anzidetta dev’essere specifica, ed espressamente indicata in contratto, del locatore o di un suo familiare ovvero del conduttore o di un suo familiare, collegata ad … Continua a leggere

Enti Associativi e modello Eas

 L’Agenzia delle Entrate, in risposta all’interrogazione parlamentare 29.9.2016 n. 5-09617, ha fornito chiarimenti in merito ai termini di presentazione del modello EAS. Si ricorda che, in base all’art. 30 del DL 185/2008, gli enti associativi possono fruire delle agevolazioni previste dagli artt. 148 del TUIR e 4 del DPR n. 633/72, (ossia la non imponibilità dei corrispettivi, delle quote e dei contributi percepiti) a condizione che siano in possesso dei requisiti qualificanti previsti dalla normativa tributaria, ma anche alla trasmissione … Continua a leggere

Richiesta di rimborso del canone TV addebitato nelle fatture elettriche

Di seguito si delinano alcuni spunti relativi al rimborso del canone rai indebitamente addebitato nella fattura dell’energia elettrica. Il titolare del contratto di fornitura di energia elettrica, o gli eredi, possono chiedere il rimborso del canone di abbonamento alla televisione per uso privato pagato mediante addebito sulle fatture per la fornitura di energia elettrica, ma non dovuto, compilando un apposito modello, disponibile al seguente link: http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/content/Nsilib/Nsi/Home/CosaDeviFare/Richiedere/Canone+TV/Richiesta+di+rimborso+del+canone+TV+bolletta/. Questo modello deve essere utilizzato esclusivamente nel caso in cui il canone sia stato … Continua a leggere