Il ME – PAT: accreditarsi per lavorare con la P.A.

COS’È IL MERCATO ELETTRONICO:

Il mercato elettronico della pubblica amministrazione (MEPA) è uno strumento nazionale di commercio elettronico, gestito da Consip per conto del Ministero dell’Economia e delle Finanze. A livello locale vi è il Mercato Elettronico della P.A.T. (ME-PAT) che è il mercato digitale punto d’incontro in rete fra le Pubbliche Amministrazioni della Provincia autonoma di Trento (PAT, Comuni, Comunità di Valle ed enti appartenenti al sistema pubblico provinciale) e le imprese fornitrici. E’ uno strumento pensato per consentire la semplificazione degli acquisti di beni e servizi; agevolare un confronto reale e tempestivo delle offerte ed aprire le P.A. al mondo delle Piccole e Medie Imprese. Con questo sistema le aziende, dopo essersi accreditate on-line, possono proporre le loro offerte e partecipare a modalità di selezione trasparenti e rapide; in particolare è possibile pubblicare in modo autonomo le informazioni relative a servizi e beni offerti, divisi in base a specifiche categorie merceologiche. Le amministrazioni e gli enti riescono a consultare le proposte pubblicate sul catalogo virtuale, confrontare le caratteristiche e compilare un ordine di acquisto o una richiesta di offerta. In questo modo ogni impresa fornitrice può visualizzare l’intero contenuto presente sul ME-PAT, inclusi gli articoli ed i prezzi indicativi pubblicati dalle altre imprese abilitate.

FINALITÀ:

Le disposizioni di razionalizzazione della spesa pubblica (D.L. n. 52/2012 e D.L. n. 95/2012) hanno introdotto una serie di vincoli volti a favorire l’utilizzo dei mercati elettronici da parte delle pubbliche amministrazioni per gli acquisti di prodotti e servizi d’importo inferiore alla soglia comunitaria. Le sostanziali finalità del ME-PAT sono quindi:

– garantire la tracciabilità degli acquisti;

– garantire la trasparenza degli appalti;

– ridurre i costi attraverso economie.

COME FUNZIONA IL ME-PAT:

La partecipazione al Mercato Elettronico Provinciale è aperta a tutti gli operatori economici la cui offerta di prodotti o servizi soddisfi i requisiti definiti dall’Agenzia provinciale per gli appalti e contratti (APAC) negli appositi bandi di abilitazione al sistema Mercurio pubblicati sul proprio sito istituzionale (http://www.appalti.provincia.tn.it/mercato_elettronico/ME_bandi/) e riferiti a specifiche categorie merceologiche. La procedura prevede, per le aziende, la presa visione del bando sul portale Apac, la registrazione sulla piattaforma Mercurio, la compilazione on-line della richiesta di iscrizione. L’APAC provvederà alla valutazione delle richieste e la comunicazione dell’esito della procedura sul proprio sito istituzionale (http://www.appalti.provincia.tn.it/mercato_elettronico/).

PRINCIPALI REQUISITI TECNOLOGICI:

– Disponibilità di un personal computer con collegamento ad internet ed Internet Explorer;

– Kit di Firma Digitale (per le fasi di invio dell’ordinativo di fornitura);

– Acrobat Reader (versione 8.1 o successive)
BANDI DI ABILITAZIONE:

In considerazione dei volumi di acquisto pianificati per il 2013, sono già stati pubblicati i primi 5 bandi di accreditamento per:

– Carta, cancelleria e materiale per ufficio;

– Attrezzature per ufficio, accessori e materiali;

– Vestiario ed equipaggiamento tecnico e D.P.I.;

– Mobili e arredi;

– Attrezzature multimediali

A seguito dei primi rilasci, si prevedono estensioni su nuove categorie merceologiche.

PRECISAZIONI:

Si precisa che la Provincia Autonoma di Trento ha reso vincolante il sistema di acquisizione di beni e servizi tramite il sistema Mercurio con riferimento alle categorie merceologiche abilitate. La stessa Provincia ha inoltre ammesso l’acquisto effettuato fuori dal sistema Mercurio unicamente nei casi in cui: un certo bene o servizio non sia acquisibile tramite il ME-PAT, cioè non sia in esso presente, ovvero non vi sia stata alcuna risposta positiva alla richiesta di offerta rivolta agli operatori iscritti alla relativa categoria merceologica. In tal caso il contratto deve comunque essere stipulato ad un prezzo più basso rispetto a quello derivante dai parametri di qualità e di prezzo stabiliti a livello nazionale dalle convenzioni Consip S.p.A.

NORMATIVE DI RIFERIMENTO:

 - Decreto Legge 6 luglio 2012, n. 95;

– Legge 7 agosto 2012, n. 135;

– Legge 27 dicembre 2006 n. 296, art. 1, commi 449 e 450 come modificati da ultimo dal comma 1, dell’art. 15, del D.L. 18 ottobre 2012, n. 179, come modificato dalla legge di conversione 17 dicembre 2012, n. 221

Rimaniamo a disposizione per qualsiasi chiarimento.

Cordiali saluti

Dott.ssa Catia Balduzzi