Variazione di alcune aliquote iva dal 23 luglio 2016

Nell’ambito della “Legge Europea 2015-2016″ contenente una serie di disposizioni inerenti l’adeguamento degli obblighi derivanti dall’appartenenza dell’Italia all’EU, sono state introdotte alcune novità di carattere fiscale. A partire dal 23 luglio 2016 infatti nasce l’aliquota del 5%, che andrà applicata alle cessioni di: . basilico, rosmarino e salvia, freschi, destinati  all’alimentazione (in precedenza assoggettate all’aliquota del 4%); . piante allo stato vegetativo di basilico, rosmarino e salvia (in precedenza assoggettate all’aliquota del 10%); . origano a rametti o sgranato (in precedenza assoggettate all’aliquota del … Continua a leggere

La compensazione del credito IVA 2014

Il credito IVA maturato al 31 dicembre 2014 può essere utilizzato in compensazione con altre imposte e contributi (compensazione “orizzontale” o “esterna”), già a decorrere dalla scadenza del 16 gennaio 2015 (codice tributo 6099 – anno di riferimento 2014), ma solo fino al limite massimo di 5.000 euro. L’eventuale credito eccedente i 5.000 euro, ma entro l’ulteriore limite di 15.000 euro, potrà invece essere utilizzato a partire dal giorno 16 del mese successivo a quello di presentazione della dichiarazione annuale … Continua a leggere

I controlli sulle false partite IVA

L’ex ministro del Lavoro Fornero ha introdotto nel 2012 delle misure volte a regolarizzare quei lavoratori titolari di partite IVA “false”. La riforma è rivolta ad impedire il fenomeno dei datori di lavoro che inducono i propri dipendenti ad aprire una partita IVA al sol fine di evitare contratti di lavoro, più gravosi e scomodi. Per il ricorso alla presunzione di “fittizietà” della partita IVA, è richiesta la sussistenza di almeno due dei seguenti presupposti: 1. durata della collaborazione: tale … Continua a leggere

Le novità della finanziaria 2015 e altri interventi rilevanti

Nei prossimi giorni si provvederà a fornire alcune indicazioni sulle novità più rilevanti conseguenti all’emanazione della Legge Finanziaria per il 2015. In questo primo intervento si sintetizzano alcuni adempimenti con impatto immediato ed alcuni non legati alla finanziaria, ma comunque degni di attenzione. Lo Studio ha già provveduto ad avvisare tempestivamente i singoli interessati, tuttavia si consiglia a tutti la lettura di queste brevi note. IVA- Reverse charge (inversione contabile) Il meccanismo del reverse charge viene esteso: alle prestazioni di … Continua a leggere

Esportatori abituali e lettere di intento: il provvedimento dell’AE

  Con l’emanazione del Provvedimento 159674 il 12 dicembre 2014, l’Agenzia delle Entrate ha stabilito le regole di funzionamento per le lettere di intento a far data dal primo gennaio 2015. A questo link è possibile scaricare il .pdf con il testo del documento dell’AE: Provvedimento 159674 Il periodo transitorio Prima di analizzare il funzionamento a regime, vista anche la prossimità della fine dell’anno, si analizzano le regole da seguire nel c.d. periodo transitorio intercorrente sino al 11 febbraio 2015, per effetto … Continua a leggere

Il decreto semplificazioni e le dichiarazioni di intento

  A seguito delle modifiche introdotte dal c.d. Decreto Semplificazioni, l’obbligo di comunicare all’Agenzia delle Entrate i dati delle dichiarazioni d’intento non ricade più in capo al fornitore, ma all’esportatore abituale. L’esportatore abituale, in particolare, dovrà consegnare al proprio fornitore ovvero in Dogana la dichiarazione d’intento unitamente alla ricevuta di avvenuta presentazione della stessa, rilasciata dall’Agenzia delle Entrate. In capo al fornitore è previsto l’obbligo di riepilogare nella dichiarazione IVA annuale i dati delle dichiarazioni d’intento ricevute. In caso di … Continua a leggere

Vendite di liquidazione e promozione adempimenti generali

Le vendite presentate al pubblico come occasioni particolarmente favorevoli per gli acquirenti possono essere effettuate lungo l’arco dell’anno. Di seguito si sintetizzano le modalità di effettuazione delle vendite oggetto di “sconto o ribasso”, partendo dalla definizione delle diverse tipologie di vendite. Si ricorda in primis che la merce non soggetta a sconto deve essere separata in modo chiaro da quella eventualmente offerta in vendita alle condizioni ordinarie. Sono previste tre varietà di vendite: – Vendita particolarmente favorevole: rientrano in tale … Continua a leggere

L’aliquota corretta per lo sgombero neve

In questi giorni di grandi nevicate qualcuno si chiede se l’aliquota corretta per lo sgombero neve dagli edifici a prevalente destinazione abitativa sia al 10% o al 22%. Per poter  sostenere il diritto all’IVA agevolata (10%) si dovrebbe assimilare lo sgombero della neve ad una manutenzione ordinaria agevolabile, oppure ad una manutenzione straordinaria. L’argomento non è mai stato preso in considerazione in modo esplicito: non esistono prese di posizione ufficiali da parte dell’Agenzia delle Entrate e nemmeno si ha traccia … Continua a leggere